studio maroni - architetti associati

La storia del Mastro sellaio
celebre aforisma di Adolf Loos (architetto austriaco, 1870-1933)


“C’era una volta un mastro sellaio. Era un buon artigiano, molto abile e fabbricava selle che per la loro forma non avevano nulla in comune con le selle dei secoli precedenti … Erano cioè selle moderne. Lui però non lo sapeva. Sapeva soltanto che faceva selle meglio che poteva. Un bel giorno si diffuse in città un movimento singolare. Fu chiamato Secessione. Esso prescriveva che si producessero soltanto oggetti d’uso moderni. Quando il mastro sellaio ne venne a conoscenza, prese con sé la sua sella migliore e si recò dal capo della Secessione. E gli disse: Signor professore questa è una sella moderna? Il professore esaminò la sella e tenne all’artigiano un lungo discorso … Il risultato però era: no, questa non è una sella moderna. L’artigiano se ne andò tutto mortificato … Ma il professore disse: Torni domani. Siamo qui apposta per incoraggiare l’artigiano e fecondarlo con idee nuove … Il giorno successivo il mastro sellaio ritornò. Il professore potè presentargli quarantanove progetti di selle … Il mastro sellaio osservò a lungo i disegni e ai suoi occhi tutto divenne sempre più chiaro. Infine esclamò: “Signor professore! Se io m’intendessi così poco di equitazione, di cavalli, di cuoio e di lavorazione, avrei anch’io tanta fantasia”. E vive da allora felice e contento. E fa selle. Moderne? Non lo sa. Selle”.

A. Loos, Parole nel vuoto Adelphi, Milano, 1993 p.164.

Lo Studio inizia e si sviluppa con l'inconsueto percorso formativo e sperimentale di Franco Maroni, che dagli anni cinquanta esplora in vari luoghi, anche nel corso del suo temporaneo impegno nella scenografia cinematografica, i tanti campi del design, dell'interior design, dell'architettura, del restauro e dell'urbanistica, sedimentando esperienze diverse nella continuità dell'affermarsi di un suo proprio linguaggio. L'apporto di Piero Maroni, negli anni ottanta, vivacizza la dialettica progettuale e rinnova il processo interlocutorio e le proposte: nasce lo Studio Maroni Architetti Associati. La fabbrica delle “selle” incrementa il suo lavoro e si dota di nuove competenze e di motivati apprendisti: una grande “bottega” oggi al lavoro, chiamata ad affacciarsi nel mondo, con la consapevolezza che spaziare nei vari campi, nasce dal bisogno di non appiattirsi nel guscio di riduttive specializzazioni.